Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
News
| Condividi:

Forti critiche dall'Upi

Forti critiche dall'Upi

Lo schema di decreto sulla scuola dell’infanzia e sul primo ciclo dell’istruzione limita le competenze delle istituzioni scolastiche autonome, non disciplina in maniera puntuale, come dovrebbe, l’integrazione e il raccordo tra i servizi educativi della prima infanzia e il ciclo primario, e, dal punto di vista finanziario, è incompleto, considerato che il Piano programmatico di interventi finanziari è ancora in fase di predisposizione.

Questo ha voluto sottolineare Gianni Oliva, coordinatore degli Assessori all’istruzione dell’Unione delle Province d’Italia, intervenendo oggi a nome dell’Upi all’audizione alla Camera dei Deputati sullo schema di decreto legislativo per la definizione delle norme generali relative alla scuola dell’infanzia e al primo ciclo dell’istruzione.

 “In Conferenza Unificata – ha ricordato l’Assessore Oliva – abbiamo presentato emendamenti , che sono stati approvati, la cui applicazione comporterà un aumento consistente del corpo docenti per il tempo mensa.

Chi pagherà queste spese ulteriori? Certamente non gli enti locali, che dalla finanziaria hanno già avuto tagli disastrosi.

Tra l’altro – sottolinea Oliva -  di questi emendamenti nel testo in discussione alla Commissione non c’è traccia. C’è poi da dire che il testo del decreto, estremamente dettagliato, non rispetta i dettami dalla riforma costituzionale, che assegna allo Stato, in materia di istruzione, la legislazione esclusiva delle sole norme generali.”

Nel link il documento con le osservazioni ,consegnato dall'Upi alla Commissione.
(13-01-2004)

Barbara  Perluigi
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione