Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
News
| Condividi:

Melilli: “Concludere l’iter al più presto”

Melilli: “Concludere l’iter al più presto”

Il Codice delle Autonomie locali e i riflessi che avrà sulle Province saranno i temi al centro del dibattito politico che si svilupperà nel Consiglio Direttivo speciale dell’Upi che si terrà a Genova il 22 febbraio prossimo (ore 9,30 – 13,30 Palazzo San Giorgio, Sala del Capitano, Via della Mercanzia 2, zona Porto antico).

“L’approvazione del Disegno di Legge Lanzillotta-Amato – sottolinea il Presidente dell’Upi Fabio Melilli – ha rappresentato il primo passo nell’avvio della riorganizzazione delle istituzioni locali e della semplificazione dei processi nella pubblica amministrazione. Ora bisogna proseguire e concludere l’iter con i decreti delegati. Come Province ci siamo subito detti soddisfatti del provvedimento, anche se crediamo che ci sia la possibilità di migliorare ancora alcuni passaggi: mi riferisco in particolare alla definizione delle funzioni fondamentali, all’istituzione delle Città metropolitane e alle questioni legate alle normative regionali”.
“Il Governo, con il Codice delle Autonomie  - ha dichiarato il Presidente della Provincia di Genova, Alessandro Repetto - dà una forte indicazione circa il ruolo fondamentale delle Amministrazioni provinciali nella complessa architettura dell’intero sistema istituzionale, quali enti per il governo di area vasta. Ora è indispensabile una corretta individuazione delle funzioni fondamentali della Province, che dovrebbe non solo rappresentare la somma dei diversi conferimenti succedutisi nel tempo ma anche tener conto del ruolo che esse hanno assunto in ambiti nodali quali la formazione, il lavoro, le infrastrutture e lo sviluppo economico dei territori. Riguardo le Città metropolitane, considerando l’esigenza di dare un governo differenziato alle maggiori conurbazioni urbane, va stabilita con attenzione quale sia effettivamente la giusta formula che sia in grado di salvaguardare l’equilibrio tra i diversi enti coinvolti e la distribuzione di poteri, dando la priorità all’interesse dei cittadini”.

Al termine del Consiglio Direttivo sarà definito un documento con le richieste e le proposte delle Province sul Codice delle Autonomie locali

 
(20-02-2007)

Barbara  Perluigi
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione