Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Politiche sociali
| Condividi:

Il centro antidiscriminazione della Provincia di Pistoia

Presentato il primo report, con il quadro legislativo, la storia, la casistica, la metodologia d'intevento, l'organizzaizone e la modulistica del centro.

E' stato presentato il primo Report del Centro Antidiscriminazione della Provincia di Pistoia. Il report contiene, oltre a un quadro legislativo, la storia, la casistica, la metodologia d’intervento, l’organizzazione e la modulistica del Centro, offrendo uno strumento agile per capire come è stata impostata questa attività veramente innovativa nel campo della difesa dei diritti.
Il Centro Antidiscriminazione della Provincia di Pistoia è nato nel 2003 come unica realtà del genere così strutturata in Toscana, una delle poche in Italia.
La sede del Centro si trova nel palazzo della Provincia in piazza S. Leone (piano terra). Orario apertura martedì e giovedì dalle ore 17 alle 19, venerdì dalle ore 10 alle 13, informazioni al numero verde dell'Ufficio relazioni con il pubblico della Provincia di Pistoia Numero verde: 800 246 245, tel. 0573 - 374514  e mail centroantidiscriminazione@provincia.pistoia.it.
Il Centro è stato attivato dall’Assessorato alle politiche sociali e dell’immigrazione della Provincia di Pistoia nell’ambito del progetto “Immigra” (progetto sostenuto dalla Regione Toscana nell’ambito dell’accordo di programma denominato “Toscana Sociale”), in collaborazione con i Comuni e le Associazioni degli immigrati e del volontariato sociale, ed è un servizio finalizzato alla osservazione, informazione e assistenza alle vittime delle discriminazioni per ragioni di nascita, cittadinanza, origine etnica, appartenenza ad una minoranza nazionale, genere, orientamento sessuale, età, colore della pelle, lingua, religione, ceto sociale, condizioni fisiche, convinzioni personali, opinioni politiche o di qualsiasi altra natura.
Le attività specifiche del Centro riguardano la consulenza diretta con l’utenza finalizzata ad una prima assistenza e all’acquisizione e al monitoraggio delle fattispecie discriminatorie; la creazione di una rete per l’acquisizione delle informazioni presso Comuni, altri enti pubblici e associazioni ed enti del terzo settore che operano con gli stranieri; la creazione di un archivio informativo di raccolta delle stesse; lo studio del fenomeno sulla base delle informazioni raccolte e la predisposizione di conseguenti azioni di intervento; infine l’eventuale tutela legale nelle azioni ex artt. 43 e 44 del Decreto legislativo n. 286/1998.
Il Centro ha svolto anche attività di contatto, sensibilizzazione e formazione nei confronti delle strutture e degli operatori territoriali, con approccio sia di tipo sociologico-culturale che giuridico sul problema della discriminazione.


“Abbiamo voluto pubblicare un report del servizio svolto anche per far conoscere le opportunità di tutela che la pubblica amministrazione mette a disposizione dell’intera cittadinanza. Oltre alle caratteristiche e all’importanza delle attività del Centro - dice l’Assessore provinciale alle politiche sociali  e dell’immigrazione Daniela Gai - il report  sottolinea la positività della rete che si è formata intorno al nostro servizio. Enti pubblici, sindacati, associazioni, collaborano con noi per individuare e far emergere una casistica sempre più complessa. Il passo ulteriore è proprio stabilizzare e ottimizzare il lavoro di questa rete, in modo tale che le diverse competenze e i rispettivi ruoli costituiscano sinergie efficaci per la soluzione dei casi posti alla nostra attenzione. Significativo il rapporto nato con le scuole per prevenire e in alcuni casi anche contrastare eventuali episodi di discriminazione. Siamo all’inizio di un percorso ma la collaborazione che è nata, credo possa costituire un’esperienza importante”.

 
(23-05-2008)

Ufficio stampa Provincia di Pistoia
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione