Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
News
| Condividi:

“PISTOIA E IL SUO DOMANI: PER UNO SVILUPPO LOCALE SOSTENIBILE”

CONVERSAZIONI SULLO SVILUPPO LOCALE DELL’OSSERVATORIO SOCIALE PROVINCIALE

Nuovo appuntamento dell’Osservatorio sociale provinciale per approfondire il confronto sui temi legati alle trasformazioni sociali e allo sviluppo locale. Lunedì 14 gennaio (ore 14,30 alla biblioteca S. Giorgio di Pistoia) si svolgerà il seminario dal titolo “Pistoia e il suo domani: per uno sviluppo locale sostenibile”. Questa conversazione sullo sviluppo locale è aperta ad amministratori, rappresentanti del mondo economico e sociale, soggetti del Terzo settore, che si confronteranno con ricercatori universitari per comprendere insieme gli scenari di sviluppo del territorio pistoiese nel periodo della trasformazioni globali. E’ un percorso che l’Osservatorio sociale ha iniziato da tempo, con l’organizzazione di vari seminari, per promuovere la riflessione ed il confronto tra i soggetti locali. Le informazioni e le conoscenze messe a disposizione del territorio sono il frutto di un lavoro che si realizza grazie alla preziosa collaborazione con l’Università di Firenze che ha la responsabilità scientifica dell’Osservatorio Sociale. Inoltre questo lavoro è complementare all’attività svolta dall’Osservatorio provinciale per la Programmazione strategica (più rivolto allo studio dei fenomeni economici).
I lavori prevedono gli interventi dell’assessore regionale Agostino Fragai, del Presidente della Provincia di Pistoia Gianfranco Venturi e dell’Assessore provinciale all’Osservatorio Sociale Daniela Gai. Saranno presentate le linee di lettura del territorio proposte dall’Osservatorio Sociale a cui seguirà un dibattito. I partecipanti si confronteranno con gli studiosi Carlo Baccetti, Luca Bagnoli, Filippo Buccarelli, Pietro Causarano, Elisabetta Cioni, Romina Conti, Francesca Giovani, Paolo Giovannini, Vittorio Mete, Angela Perulli, Francesco Ramella, Enzo Rullani, Paolo Turi, Lorenzo Zanni.


“L’Amministrazione provinciale, attraverso l’Osservatorio per la programmazione strategica e l’Osservatorio sociale - dice il Presidente della Provincia Gianfranco Venturi - ha prodotto una serie di risultati importanti e utili per la programmazione e la governance locale. In particolare il nostro Osservatorio Sociale, in collaborazione con l’Università di Firenze, ha realizzato nel settembre scorso, un seminario a cui hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni, delle forze economiche e sociali, del terzo settore, del mondo della ricerca con l’obiettivo di individuare percorsi condivisi per lo sviluppo sociale ed economico del nostro territorio. Il lavoro seminariale è stato di grande valore ed è emersa la volontà di giungere ad una idea condivisa dello sviluppo locale del nostro territorio provinciale. Per questo abbiamo organizzato un nuovo incontro che avrà l’obiettivo di presentare e discutere lo stato di avanzamento del lavoro fin qui realizzato. Ci aiuteranno nella riflessione gli studiosi già coinvolti nel percorso e altri quali i sociologi Francesco Ramella e Elisabetta Cioni e gli economisti Enzo Rullani e Lorenzo Zanni. Siamo convinti che la sinergia tra qualità sociale e sviluppo economico rappresenti la direttrice principale per la crescita ed il progresso del nostro territorio  e speriamo vivamente che sia colta questa opportunità che la Amministrazione provinciale offre come specifico contributo per lo sviluppo della nostra società locale”.

“In particolare - aggiunge l’Assessore all’Osservatorio Sociale Daniela Gai - si vuole riflettere sul rapporto tra identità locali e sviluppo, sulla articolazione delle diverse società locali che compongono il territorio della nostra provincia al fine di individuare linee di sviluppo e di intervento che possano trarre forza e scenari di successo proprio a partire dalle possibili interdipendenze e dalle conseguenti possibili azioni convergenti dei diversi territori. La diversità e la specificità non come freno allo sviluppo della provincia ma come caratteristica peculiare su cui investire e dalla quale partire per azioni mirate e pianificate. Tale tema sarà affrontato a partire da alcuni specifici percorsi di ricerca le cui chiavi di lettura saranno poste in discussione al fine di controllare - rafforzandole o stemperandole, integrandole o perfezionandole - la loro corrispondenza con quanto esperito dai soggetti che operano sul territorio.”
(11-01-2008)

Ufficio Stampa Provincia di Pistoia
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione