Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Spazio Europa Upi Tecla
| Condividi:

Nasce la Confederazione Europea dei poteri locali intermedi

Pieroni, Upi "Non è ipotizzabile l'Ue senza l'apporto dei poteri locali"

Si è costituita ad Avignone la Confederazione Europea dei Poteri Locali Intermedi CEPLI, cui hanno aderito le associazioni nazionali di rappresentanza dei poteri intermedi di 11 Paese europei: Unione delle Province d'Italia (Italia); Deutscher Landkreis (Germania); Vereniging Van De Vlaamse Provincies (Belgio); Associazione delle Province Vallone (Belgio); Associazione Nazionale dei Comuni della Repubblica Bulgara (Bulgaria); Federazione Spagnola dei Comuni e delle Province (Spagna); Assemblea dei Dipartimenti Francesi (Francia); Unione delle Autorità Prefettoriali Greche (Grecia);Associazione nazionale dei Megye (Ungheria); Unione dei Powiats Polacchi (Polonia); Unione Nazionale dei Consigli dei Dipartimenti della Romania (Romania); ARCO LATINO (membro associato); PARTENALIA (membro associato).
L'Associazione, nata su proposta dell'UPI e dell' Associazione dei Dipartimenti Francesi, è stata ufficializzata nel corso del seminario "l ruolo dei poteri locali intermedi nelle strategie dell'Unione europea e l'Obiettivo di coesione territoriale", che si è svolto ad Avignone il 15 e 16 luglio nel quale l'UPI, è stata rappresentata dal Presidente della Provincia di Pisa e Presidente dell'Associazione Tecla, Andrea Pieroni, dal Presidente della Provincia di Cagliari, Graziano Milia e dal Direttore dello Spazio Europa UPI-Tecla, Mario Battello.

La confederazione è il primo esempio di rete europea di questa natura e si basa su ambizioni collettive forti:
- rappresentare le Province e i poteri locali intermedi a livello europeo;
- federare questi attori locali per uno scambio permanente di buone pratiche e politiche locali sperimentali;
- rafforzare la loro partecipazione nei programmi europei, come nella politica di coesione e nella nuova politica di cooperazione territoriale;
- creare un dialogo diretto, a livello europeo, con le istituzioni responsabili dei programmi e delle politiche territoriali, ma anche con le altre associazioni e le ONG europee che raggruppano i poteri locali;

Il Presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni ha sottolineato che "non è ipotizzabile una Ue senza l'ausilio e il contributo fondamentale dei poteri locai che ogni giorno dialogano con i cittadini e sono in grado di rendere l'Europa più prossima ai loro bisogni. Le sfide odierne non possono essere vinte senza il contributo degli attori del territorio che si collegano a livello orizzontale e verticale su base geografica o tematica. La CEPLI - ha concluso - aiuterà a fare conoscere e mettere in rete le diverse amministrazioni provinciali a livello europeo, per migliorare l'efficienza dei sistemi locali e della gestione interna. Oltre alla firma della Carta CEPLI, è stato firmato anche un Protocollo di Intesa bilaterale tra UPI e l'omologa associazione francese ADF che porterà ad azioni comuni tra le due associazioni volte a favorire l'adozione di modelli e metodologie innovative, la condivisione delle esperienze e la costruzione di collaborazioni e di progettualità comuni.

In allegato, il comunicato stampa con i commenti dei rappresentanti europei
(17-07-2008)

Redazione Upi - Tecla

Documenti
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione