Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Sviluppo economico
| Condividi:

La Provincia di Viterbo alla Sottosegretaria Brambilla

Coesione e fatti nella difesa dell'aeroporto

“Grazie alla Brambilla, sottosegretario al turismo nel Governo Berlusconi - dice  l’assessore ai Trasporti della Provincia, Renzo Trappolini - del sostegno agli enti locali per ottenere dai suoi colleghi di esecutivo le risorse che derivano dalla scelta dell’aeroporto a Viterbo, che proprio il Governo ha fatto e che è di “sistema” e “del Paese”. Voglio anche credere che con la nuova dichiarazione la Brambilla abbia parlato – oltre che a nome della sua organizzazione politica - come membro del Governo, smentendo perciò la difesa che in pratica aveva fatto di Ryanair, quando  considerava che, ai fini del turismo, l’aeroporto a Viterbo non possiederebbe i  “requisiti necessari” ed avrebbe allontanato le compagnie low cost dall’Italia. 
Avevo previsto questo clima e continuo a ritenere che non sia finita perché le parole non bastano”.

“Intanto - continua Trappolini - per quel che ci riguarda accetto la sfida e sulla ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo, dopo che il 12 agosto scorso feci mettere a verbale nel massimo organo decisionale in materia, l’assemblea della società che gestisce la linea, la Met.ro, l’impegno del nuovo consiglio di amministrazione a verificare con una analitica ispezione i ritardi operativi e a provvedere di conseguenza, ho già preso contatti con il nuovo presidente per un incontro nei prossimi giorni. Analogamente farò con l’Aremol per le altre ferrovie, come convenuto a luglio con l’assessore regionale ai Trasporti Franco Dalia. Comunque, e se mi è consentito da uomo riprestato alla politica, auspico sull’argomento il massimo di coesione all’interno degli enti locali e in particolare in Provincia, nel Comune di Viterbo e nei rapporti fra i due enti.

Mi insegnarono, infatti, che la politica è una cosa che ha la forma dello spettacolo, anzi del circo, ma la sostanza è quella della guerra e, se c’è un tempo per disquisire, non bisogna perdere le occasioni per agire con efficacia, perché à la guerre on va comme à la guerre”.
(01-09-2008)

Ufficio stampa Provincia di Viterbo
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione