Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Politiche sociali
| Condividi:

Bando Azione Province Giovani

Prime comunicazioni, tematiche e tempistica dell'Avviso pubblico per la seconda edizione del programma "AzioneProvinceGiovani"

 

con riferimento all'oggetto, Le scrivo per informarla che il 22 dicembre scorso l'Upi e il Dipartimento della Gioventù hanno sottoscritto la Convenzione Annuale attuativa dell'art.3 dell'accordo quadro sottoscritto tra il Ministero della Gioventù, l'Anci e l'Upi in data 16 ottobre 2008. Con la sottoscrizione di tale Convenzione, le Parti hanno inteso promuovere la seconda edizione del Programma denominato "AzioneProvincEgiovani" finalizzato a promuovere interventi integrati in materia di politiche giovanili ed a valorizzare strategie e politiche coordinate a favore dei giovani, in grado di coinvolgere i diversi livelli istituzionali, l'associazionismo giovanile e tutti gli attori che, a vario titolo, si occupano di giovani.

Mi preme inoltre informarLa che, così come sancito nell'ambito della suddetta convenzione, l'Upi si impegnerà a pubblicare entro 15 giorni dalla comunicazione dell'avvenuta registrazione da parte degli Organi di Controllo della presente convenzione, l'Avviso pubblico contenente i criteri e i tempi per la presentazione da parte delle Province e delle Unioni Regionali dei progetti. Al riguardo, dal momento che la registrazione presso i competenti Organi di Controllo avviene entro 60 giorni dalla data di invio del provvedimento, immaginiamo dunque uno slittamento dell'uscita dell'avviso pubblico per i primi di marzo.

Tuttavia, al fine di consentirVi di cominciare a lavorare sul progetto sin da ora, con la presente Le scrivo altresì per segnalarle anticipatamente le tematiche dell'emanando bando.
In particolare, la seconda edizione del Programma "AzioneProvinceGiovani" si propone di sostenere progetti finalizzati a promuovere la "Cittadinanza Consapevole dei giovani". Questa finalità generale viene declinata richiamando le aree tematiche e gli obiettivi specifici di seguito indicati:
a) cittadinanza attiva e dialogo interculturale: 1. Si fa riferimento al potenziamento di una cultura civica che incoraggia i giovani ad assumere ruoli attivi e responsabili all'interno delle loro diverse comunità. In particolare l'attenzione è rivolta a:

• promuovere la partecipazione dei giovani alla vita civile, anche attraverso specifiche azioni volte a creare o migliorare la programmazione partecipata e, di conseguenza, un dialogo strutturato fra i giovani e le loro organizzazioni da una parte e le istituzioni dall'altra.
• Incentivare lo sviluppo consapevole dei giovani per ciò che riguarda la difesa della legalità, la salvaguardia dei valori democratici, la visione di uno sviluppo sostenibile delle comunità, anche attraverso il rafforzamento dei legami e dei fattori di complementarietà fra istruzione formale e non formale.
• Promuovere l'integrazione e l' educazione al dialogo interculturale. Si tratta di favorire attività comuni tra giovani con bagagli culturali, etnici e religiosi diversi, stimolare la consapevolezza e la riflessione sulle differenze di culture e valori; favorire forme aperte, partecipate e democratiche di composizione dei conflitti culturali, sociali e religiosi.

b) Occupabilità e innovazione: Si vuole promuovere un diverso approccio ai temi del lavoro e dell'occupazione, che tenga in debita considerazione non solo l'accesso al lavoro ma la capacità degli individui di mantenere la propria "occupabilità" in un contesto in continuo mutamento.
In linea con l'esortazione dell'Unione Europea che proclama il 2009 quale Anno europeo della Creatività e dell'Innovazione, si sostengono progetti che promuovono il miglioramento dei sistemi e l'occupabilità delle persone, valorizzando l'apprendimento permanente e la creatività personale in quanto motore dell'innovazione, nonché lo sviluppo di competenze adatte alla gestione proattiva del cambiamento quali la capacità di "imparare ad imparare", lo spirito di iniziativa e l'imprenditorialità, la consapevolezza e l'espressione culturale, la competenza digitale e tecnologica.

c) Sicurezza: Si fa riferimento alla promozione di azioni volte a sensibilizzare i giovani e ad accrescere la consapevolezza in merito alla sicurezza stradale, alle conseguenze fisiche e mentali dell'uso e abuso di alcol, droghe e sostanze psicotrope. In generale, si intende focalizzare l'attenzione sull'esigenza di prevenire comportamenti lesivi dell'incolumità propria e altrui, tramite la promozione e la diffusione di una cultura del rispetto di sé e dell'altro.

All'interno del bando si richiamerà inoltre l'importanza di un'attenzione trasversale ai seguenti elementi:
- l'integrazione tra le politiche giovanili, del lavoro, dell'orientamento, della formazione professionale, della cultura e in generale l'adozione di un approccio "trasversale" ai progetti che valorizzi le possibili collaborazioni interassessorili;
- le sollecitazioni dell'Unione Europea richiamate nella proclamazione del 2009 quale anno europeo dell'innovazione e della creatività;
- la promozione delle pari opportunità e/o della cultura di genere;
- la lotta alla discriminazione e l' inclusione di persone e gruppi svantaggiati negli interventi proposti.
(02-02-2009)

Samantha Palombo
CERCA


Link correlati

UPI Social Network


Dowload Documentazione