Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Scuola Formazione Lavoro
| Condividi:

PROVINCIA DI PISTOIA: RICONOSCIMENTI DALL'ISFOL

Modello per la programmazione delle politiche della formaizone e del lavoro

E' un modello originale nel panorama non solo delle Province toscane ma anche nazionale quello costruito della Provincia di Pistoia per programmare in modo integrato le politiche (e i progetti) dell'istruzione, formazione e lavoro. Questa la prima indicazione dell'analisi di merito che l'Isfol sta conducendo sull'ente, analisi che si concluderà entro il prossimo autunno.
Nel dicembre scorso l'Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori Isfol, con i ricercatori - esperti valutatori Alberto Vergani, Luisa Palomba e Giuseppe Di Battista, ha condotto un'attività di valutazione sul programma integrato delle politiche del lavoro, dell'istruzione e della formazione professionale 2008-2010, finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Pistoia era stata indicata dalla Regione Toscana per sperimentare una tipologia di analisi dell'Isfol sull'efficacia dell'utilizzo delle risorse del Fondo Sociale Europeo.
Per svolgere l'analisi i valutatori hanno sia svolto interviste che proposto un questionario per valutare la finalità, la coerenza e l'efficacia di queste politiche di programmazione che, nelle intenzioni dell'ente, vogliono integrare al massimo le potenzialità e le esigenze del territorio (quale istruzione, quale formazione, per quale lavoro nell'ottica di un apprendimento che dura tutta la vita). Oltre agli assessorati e i servizi competenti dell'ente, oggetto dell'analisi sono ovviamente stati anche le parti economiche e sociali e i referenti dei progetti integrati di comparto, vera esperienza innovativa dell'ente. I PIC sono parte fondamentale della programmazione delle politiche di istruzione, formazione e lavoro della Provincia di Pistoia, finanziati con appositi bandi dell'ente, con il Fondo Sociale Europeo, e nati dalla concertazione dell'ente stesso con le parti sociali, sindacati e le associazioni di categoria tutte.
L'Isfol dunque analizza che questa programmazione del FSE provinciale è stata guidata dalla concertazione tra le parti istituzionali ed economico-sociali e dall'integrazione, criteri che positivamente ispirano il complesso dell'azione della Provincia. Dalle interviste effettuate emergono alcuni punti di forza condivisi tra cui la capacità di coinvolgimento di tutti gli attori locali e la loro partecipazione attiva quali elementi peculiari di una ‘programmazione ispirata ai principi della governance' che non solo ha rafforzato i rapporti con tutti i soggetti partecipanti al processo ma ha anche permesso l' attivazione di nuovi fronti operativi di intervento sul FSE. Un punto problematico segnalato riguarda invece i tempi che ancora non riescono ad essere tempestivi, anche se si lavora molto anche su questo aspetto.
L'analisi riesce veramente a ‘fotografare' la programmazione delle politiche integrate Istruzione, Formazione e Lavoro come risultato di un percorso lungo e faticoso, svolto con il coinvolgimento di tutti gli attori dello sviluppo locale, in continuità con la precedente programmazione, che ha portato sia ad un ulteriore snellimento e semplificazione delle procedure amministrative, sia ad una maggiore rispondenza del sistema Education e Lavoro ai bisogni delle persone e delle imprese. Al contempo riconosce l'importanza del modello di governance locale della Provincia, basato sulla concertazione e sull'integrazione, su cui l'ente ha molto lavorato in questi anni e che oggi rappresenta una vera e propria opzione strategica di policy.

 

 
(09-07-2009)

Ufficio stampa Provincia di Pistoia
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione