Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Finanza e fiscalità locale
| Condividi:

Finanziaria 2010: Province, rivedere il patto di stabilità

Melilli "Con il crollo delle entrate la Finanziaria è insostenibile"

"Il crollo delle entrate finanziarie rende impossibile per le Province fare fronte con i propri bilanci alla manovra Finanziaria 2010, se non si interviene subito a modificare gli obiettivi stabiliti per il patto di stabilità interno".

Lo dichiara il Presidente dell'Upi Fabio Melilli, che questa mattina ha chiesto, in una lettera, al Ministro dell'Economia Giulio Tremonti, un incontro urgente per individuare un percorso che consenta di intervenire prioritariamente sui saldi e conseguentemente sui meccanismi e sulla tipologia del patto per il 2010 e 2011.

A poche ore dalla presentazione della manovra a Palazzo Chigi, Melilli ha voluto chiarire le richieste delle Province al Governo. "Abbiamo più volte segnalato al Governo - dice Melilli - che gli obiettivi previsti fissati per le Province per il 2010 e 2011 non sono raggiungibili. Ancora di più oggi, con la crisi economica, che ha fatto crollare le entrate dei tributi provinciali, che sono imposte connesse al settore dell'auto (RcAuto e Ipt,).
I cali delle entrate sono stati davvero notevoli: secondo i dati in nostro possesso (ndr: vedi tabelle allegate) dal 1° settembre 2008 al 1° settembre 2009 c'è stata una riduzione degli incassi IPT che ha sfiorato in diversi casi il -30% degli introiti. Ancora più pesante la situazione per l'RCA, dove nello stesso anno la riduzione è arrivata a superare il - 30%.
Con una diminuzione di questa portata delle entrate - conclude il Presidente dell'Upi - è impossibile chiederci di rispettare gli obiettivi fissati, che, lo ricordo, sono stati decisi tre anni fa, quando ancora la crisi economica globale non aveva iniziato a farsi sentire".
Le Province devono concorrere alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica per 555 milioni euro per il 2010 e 975 milioni euro per il 2011.

IN ALLEGATO, LE TABELLE CON I DATI SULLA
RIDUZIONE INCASSI IPT - CONFRONTO 1^ SEMESTRE 1008-1^ SEMESTRE 2009
RIDUZIONE INCASSI RCAUTO - CONFRONTO 1^ SEMESTRE 2008/1^ SEMESTRE 2009
(21-09-2009)

Barbara Perlugi

Documenti
CERCA


AGENDA

UPI Social Network


Dowload Documentazione