Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Finanza e fiscalità locale
| Condividi:

MANOVRA: CASTGLIONE - DOPO CONFERENZA STAMPA UNITARIA CONVOCAZIONE INCONTRO

foto Castiglione "Segnale importante del Premier: ascoltate le ragioni di Province, Regioni e Comuni"

"La convocazione dell'incontro sulla manovra economica da parte del Presidente del Consiglio Berlusconi è un segnale importante e raccoglie le nostre richieste di ricomporre e riprendere la normale dialettica istituzionale. Il Presidente Berlusconi dimostra di avere compreso che la nostra richiesta di riaprire un confronto nasce dalla volontà comune di modificare una manovra che oggi ha un impatto eccessivo sui servizi ai cittadini e alle imprese ".
Così commenta il Presidente dell'Upi, Giuseppe Castiglione, Presidente della Provincia di Catania, la notizia della convocazione dell'incontro con il Presidente Berlusconi, previsto per venerdì 11 luglio prossimo. "E' chiaro che all'incontro dovranno essere chiamati a partecipare i rappresentanti di Regioni, Province e Comuni, che lo hanno unitariamente richiesto per presentare proposte di modifica della manovra finanziaria a tutela degli interessi dei territori e delle comunità locali".

In mattinata si era svolta la conferenza stampa unitaria della Conferenza delle regioni, Upi e Anci. "C'è ancora tempo per ricomporre e per riprendere la normale dialettica istituzionale. Il Presidente del Consiglio ascolti le nostre ragioni e ci convochi per un incontro prima della Conferenza Unificata di domani, oppure intervenga ai lavori della Conferenza".
Così aveva detto il Presidente Castiglione, intervenendo alla Conferenza stampa. "Non facciamo richieste irragionevoli - aveva aggiuntoCastiglione - abbiamo sempre detto che non ci tireremo indietro e che faremo la nostra parte per risanare i conti dello Stato. Se il Governo accettasse la nostra proposta di spostare il totale dei tagli all'interno del patto di stabilità i risparmi sarebbero gli stessi, ma il peso della manovra sarebbe distribuito in maniera più equa e sarebbe quindi più sostenibile. Soprattutto, non andrebbe ad incidere direttamente sui servizi ai cittadini, sulla manutenzione scolastica, sul trasporto pubblico locale, sulla sicurezza stradale, come invece ora avviene.
Se questo incontro non ci sarà, non avremo altra possibilità, insieme alle Regioni e ai Comuni, se non quella di non intervenire alla Conferenza Unificata di domani".

In allegato, l'ordine del giorno approvato dall'Ufficio di Presidenza Upi
(07-07-2010)

Barbara Perluigi

Documenti
CERCA


Link correlati

UPI Social Network


Dowload Documentazione