Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
News
| Condividi:

Programma di sostegno alle Municipalità Palestinesi (PMSP). Obiettivi e Proposte.

Comunicazione inviata ai Presidenti di Provincia e agli Assessori alla Cooperazione internazionale

Cari Colleghi,

come saprete, il Programma di sostegno alle Municipalità Palestinesi (PMSP), anche denominato “Ali della Colomba”, si configura come contributo italiano, finanziato dalla Direzione Generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente (DGMM) (ex L.180/92), in sinergia con gli interventi di Banca Mondiale, Unione Europea ed altri donatori, destinato al rafforzamento delle capacità tecniche, amministrative e gestionali degli EE.LL Palestinesi in due Governatorati (Hebron e Betlemme), nell’area di Gerusalemme Est e nella Striscia di Gaza. Il programma tiene conto di un rapporto organico tra il Ministero degli Affari Esteri e gli Enti Regionali e Locali italiani (ERLI). Le istituzioni locali palestinesi e gli altri attori sociali coinvolti sono allo stesso tempo beneficiari del progetto e vi partecipano come controparti degli EE.LL Italiani. Il PSMP vuole: - Rafforzare le capacità tecniche, amministrative e gestionali degli Enti Locali palestinesi ed accompagnare il processo di riforma ripristinando la funzionalità dei servizi essenziali, nei governatorati di Betlemme, Hebron, a Gerusalemme est e nella Striscia di Gaza; - Migliorare l’erogazione dei servizi locali da parte delle Autorita’ Locali Palestinesi; - Migliorare le condizioni di vita della popolazione araba nei Governatorati di Betlemme, Hebron, nell’area di Gerusalemme Est e nella Striscia di Gaza operando nei settori raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani, Riabilitazione socio-saninataria, Acqua e potabilizzazione, Patrimonio culturale ed Istitutional Building; - Consolidare e incentivare i rapporti tra Regioni ed EE.LL Italiani ed EE.LL palestinesi, nonché migliorare il coordinamento e l’armonizzazione tra la cooperazione centrale e la cooperazione decentrata. Il Programma, che NON e’ un programma ordinario di cooperazione, si distingue per due peculiarità: - e’ incentrato sulla capacity building degli Enti Locali Palestinesi, non solo come attività specifica ma anche come metodologia di lavoro; - prevede e valorizza il forte ed articolato coinvolgimento degli Enti Locali Italiani come fornitori di esperienze e competenze sia nella squadra di assistenza tecnica (ITAU) che come partner realizzatori dei progetti (training on-the job). Gli Enti Locali Italiani realizzano i progetti di cooperazione con la controparte locale palestinese contribuendo con proprie risorse di natura materiale (in kind) o di natura finanziaria. Considerato che il PMSP ha una durata di tre anni fino al 31 Dicembre 2011, anche in relazione alla rinnovata necessità di contribuire dal basso alla ripresa di percorsi di pace e di affermazione dei diritti umani in un’area mediterranea così travagliata, ritengo utile trasmettere in allegato la lista dei progetti presentati al Programma PMSP ancora oggetto di approvazione ed aperti ad eventuali sinergia con gli enti locali italiani. Si rende noto, inoltre, che è in fase di progettazione un’azione di sostegno ai bambini del campo profughi di Aida (Betlemme), che prevede l'apertura di un asilo e di una scuola nei pressi del campo profughi, promossa da un partenariato italiano e fortemente sollecitata dalle autorità palestinesi. Infine, vista la natura del programma menzionato e le linee guida approvate, è stato elaborato un progetto di supporto e formazione diretta agli enti locali palestinesi, che avrebbe una evidente ricaduta sulla gestione dei servizi e sulla programmazione politica nei Territori Palestinesi. Si prega a quanti interessati alle ultime proposte descritte di far pervenire lettera d'interesse all’indirizzo email del Dott. Rino Maenza, Consigliere della Provincia di Bologna e referente dell'Unione della Province di Italia per il Programma Le Ali della Colomba" info@rinomaenza.it, al portavoce ufficiale della cooperazione decentrata dott. Paolo Ricci ricci3@yahoo.it, oltre che al mio rossi.piceno@upinet.it e a quello dell'UPI c.giovannini@upinet.it. Nel rinnovarVi l’invito a partecipare, Vi ringrazio per l’attenzione e porgo i più cordiali saluti.

Massimo ROSSI (Responsabile Nazionale Upi Cooperazione Decentrata)
(20-07-2010)


Documenti
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione