Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Innovazione e comunicazione
| Condividi:

PROVINCIA DI MANTOVA: Celebrazioni del Giorno della Memoria 2011

foto Più di 80 le iniziative in agenda. In allegato, il programma degli eventi

Trentacinque comuni, più di 80 iniziative sparse sul territorio provinciale, decine di enti e associazioni coinvolte, tra le quali, l’ANPI, l’Osservatorio provinciale sulle discriminazioni, il Gruppo 7 Donne per la Pace, l’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, le comunità Sinte e Rom, l’ARCI e naturalmente il comune di Mantova e la Provincia.
Questi i numeri delle celebrazioni 2011 del Giorno della Memoria, istituito il 20 luglio 2000, a perenne ricordo dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, avvenuto il 27 gennaio 1945.
Sembra lontano il tempo in cui i comuni che aderivano erano appena quattordici, mentre le associazioni di volontariato si contavano su una mano. Invece, non era più di cinque anni fa.
"Un percorso di cui vado fiera -ha confessato non senza commozione Laura Pradella, giunta alla sua ultima edizione da presidente del consiglio provinciale- e che non avrebbe raggiunto una partecipazione tanto vasta senza l’apporto di tutte le associazioni e delle amministrazioni comunali mantovane”. La consueta conferenza stampa di presentazione delle iniziative del Giorno della Memoria, si è tenuta questa mattina a Palazzo di Bagno. Oltre a Laura Pradella, a presentare il calendario c’era il vice presidente del consiglio provinciale Ottorino Bernardelli, il presidente del consiglio comunale Giuliano Longfils, il presidente della comunità ebraica mantovana Fabio Norsa e l’assessore ai servizi sociali e sanitari Fausto Banzi.
Quest’ultimo ha ricordato che tra le la presentazione di “Viaggio della Memoria”, il libro scritto dal giornalista e scrittore Emanuele Salvato, resoconto delle visite d’istruzione compiute dai ragazzi mantovani in alcuni dei luoghi resi tristemente noti dalla follia nazista come Auschwitz, Ravensbrück, Mauthausen. “Iniziative come queste servono principalmente da monito per le giovani generazioni che, per loro fortuna, non hanno dovuto vivere l’orrore della guerra e delle persecuzioni razziali”. Con queste parole Giuliano Longfils ha tradotto il proprio pensiero ricordando, inoltre, la seduta congiunta del consiglio comunale e provinciale che si terrà il 27 gennaio, alle 17.30, nell’aula magna della Fondazione Università di Mantova. Uno dei momenti maggiormente significativi, richiamato all’attenzione della stampa da Norsa, si terrà poco prima, alle 16, quando sul binario 1 della stazione di Mantova, quello appunto da cui partivano i treni destinati ai campi di sterminio, il presidente della Provincia Maurizio Fontanili, il sindaco di Mantova Nicola Sodano, Davide Casadio, pastore evangelico Sinto e Norsa stesso, ricorderanno le vittime della deportazione.
Tornando al calendario, il primo atto si avrà con la proiezione al Cinema del Carbone de “Il Cielo Cade”, film di Antonio e Andrea Frazzi tratto dal romanzo di Lorenzi Mazzetti. Poi, le celebrazioni entreranno nel vivo tra il 26 e il 27 gennaio e proseguiranno con iniziative ed eventi, fino a Maggio. 

(01-02-2011)

Ufficio stampa Provincia di Mantova

Documenti
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione