Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Spazio Europa Upi Tecla
| Condividi:

Al via l’ unificazione delle sedi Anci e Upi a Bruxelles

foto I Presidenti Chiamparino e Castiglione: “Razionalizzare le spese e dare nuova forza agli enti locali in Europa”

Da oggi a Bruxelles Anci e Upi lavoreranno in stretta sinergia per dare forza ai Comuni e alle Province, mettere a sistema i servizi e razionalizzare, così, le spese delle amministrazioni.
Il Presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino e il Presidente dell’Upi Giuseppe Castiglione hanno infatti siglato un protocollo d’intesa nel quale si stabilisce di unificare i due attuali uffici di Bruxelles in un solo ufficio Anci-Upi, valorizzando le precedenti esperienze di Tecla e Cittalia.

“La costituzione di questo nuovo luogo di lavoro integrato – si legge nel protocollo -  è una chiara risposta dei Comuni e delle Province all’esigenza di semplificazione, razionalizzazione e contenimento delle spese delle amministrazioni pubbliche che l’attuale scenario interno al nostro Paese impone”. Inoltre, mettendo a sistema i servizi offerti dalle rispettive strutture, sarà possibile  rafforzarne impatto ed efficacia a favore degli Enti locali.

Obiettivo primario è di “garantire la visibilità del sistema delle autorità locali e la rappresentazione delle loro istanze e interessi presso le istituzioni europee” ma soprattutto di rafforzare la capacità di Comuni e Province di cogliere le opportunità offerte dall’UE “a favore della crescita e dello sviluppo socio economico dei territori e di anticipazione rispetto ai grandi temi di interesse europeo”. Inoltre, l’ufficio unico ANCI-Upi servirà a favorire la cooperazione interistituzionale, la costruzione di partenariati internazionali e l’adesione a reti settoriali e piattaforme tematiche a livello europeo.

Secondo il presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino, ‘’la operazione di unificazione dei due uffici risponde alla esigenza di razionalizzazione del sistema di supporto degli enti locali in sede europea. Non meno importante e’ anche il fatto che ANCI ed Upi lavorino in sinergia contribuendo, negli obiettivi, a migliorare la efficacia del lavoro svolto a Bruxelles in nome e per conto degli enti locali italiani e nel contempo a contenere le spese anche su questo versante’’.

“Vogliamo restituire alle Province e ai Comuni italiani un ruolo determinante in Europa – aggiunge il Presidente dell'Upi Giuseppe  Castiglione - anche perché il risultato del mancato coinvolgimento degli Enti locali ha determinato una bassa capacità di spesa da parte delle Regioni, che riescono ad utilizzare solo il 10% delle risorse comunitarie a disposizione,  e la scarsa qualità dei progetti che spesso non producono benefici duraturi e reali sul territorio. Una performance che va necessariamente migliorata se non vogliamo che nel prossimo ciclo di programmazione l’Europa decurti i fondi stanziati per il nostro Paese”.


(03-03-2011)
Barbara Perluigi

Galleria fotografica.

CERCA


Link correlati

UPI Social Network


Dowload Documentazione