Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Cultura, Turismo e Sport
| Condividi:

ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ASSESSORI PROVINCIALI AL TURISMO E ALLA CULTURA A BARI

foto

Bono : “Proponiamo al Governo e alle Regioni politiche integrate e coordinate”
Altieri “Superare i ritardi nell’utilizzo delle risorse comunitarie”

Turismo e cultura al centro della programmazione e della gestione dei territori e oggetto di politiche trasversali, attraverso azioni integrate e coordinate tra tutti i livelli istituzionali. Questo hanno proposto gli Assessori provinciali al turismo e alla cultura, riunito oggi a Bari, nella sala della Pinacoteca della Provincia, nell’Assemblea Nazionale presieduta dal Presidente della Provincia di Siracusa, Nicola Bono, responsabile nazionale UPI del settore, e dal vicepresidente della Provincia di Bari Nuccio Altieri, Coordinatore degli assessori alla Cultura e al Turismo.
In occasione dell’incontro sono stati presentati due studi elaborati dall’Associazione Mecenate 90 sulla legislazione delle Regioni in tema di turismo e sulle funzioni e i ruoli degli enti locali in tema di beni culturali nella normazione statale e regionale, dai quali emerge con chiarezza la sostanziale disomogeneità nelle strategie adottate. Se, infatti, come evidenziano gli studi, per quanto riguarda la cultura solo 4 regioni ( Sardegna, Marche, Toscana e Liguria) hanno recepito le indicazioni del Codice per i beni culturali, sul turismo gli indirizzi adottati in tema di assegnazione delle funzioni sono disomogenei e variegati su tutto il territorio. “Così – ha sottolineato il Vicepresidente Altieri -  mentre Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Calabria e Sardegna hanno assegnato competenze sul turismo alle Province, le altre ancora non hanno riconosciuto il ruolo degli Enti locali, realizzando un sistema a doppia velocità, che penalizza soprattutto l’Italia meridionale e non consente la piena valorizzazione dei territori. Così come nel Mezzogiorno d’Italia paghiamo il mancato utilizzo delle risorse europee da parte delle Regioni. Per questo accogliamo con favore l’apertura avanzata dal Ministro delle Regioni, Raffaele Fitto, ad una immediata rimodulazione dei fondi da destinare con il Piano Sud a progetti di valorizzazione immediatamente cantierabili”. 
“E’ indispensabile avviare una riflessione sulle azioni che dovranno portare ad una nuova governance di turismo e cultura nel nostro Paese – ha detto il Presidente Bono -  perchè emerge un quadro deludente della situazione in cui versano questi due settori, fondamentali per l’economia del Paese. Nel turismo, la mancanza di una visione coordinata ha prodotto l’assenza di politiche capaci di ‘fare sistema’, a fronte di una legislazione nazionale che pur aveva dato, con i Sistemi turistici locali, chiari indicazioni in merito. La stessa cosa si evidenzia con la cultura, dove l’assenza di ruolo da parte degli enti locali produce un centralismo che è certamente nemico della capacità di evidenziare le potenzialità del comparto”. L’assemblea degli assessori  ha quindi approvato due ordini del giorno: nel primo, riguardo al turismo, si propone di istituire una Cabina di regia nazionale, quale luogo di concertazione istituzionale tra Stato, Regioni ed Enti locali, attraverso cui individuare strategie e indirizzi condivisi nei due settori e sostenerne lo sviluppo. Nel secondo, riguardo alla cultura, si propone di istituire il Comitato tra Stato Regioni ed Enti locali, per l’applicazione piena del Codice dei Beni culturali, condizione indispensabile per coordinare le politiche di valorizzazione del patrimonio culturale, soprattutto in una fase di restrizione delle risorse pubbliche destinate al settore.

In allegato, gli ordini del giorno su cultura e turismo approvati al termine dell'assemblea.


(09-03-2011)
Barbara Perluigi

Galleria fotografica.

Documenti
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione