Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Spazio Europa Upi Tecla
| Condividi:

Firma Protocollo di intesa tra l’Associazione ARCO LATINO, l’Associazione ARCO ADRIATICO IONICO e la rete G.E.M.M. (Governance Empowerment Mediterranean Model).

Oggi 13 aprile 2011, nell’antica città di Carcassonne (Francia), i Co-Presidenti della Reti G.E.M.M., Giovanni AVANTI e Mohamed El Halaissi , il Presidente dell’Associazione Arco Latino, Francina ARMENGOL e il Presidente dell’Associazione Arco Adriatico Ionico, Davide CALCEDONIO DI GIACINTO hanno sottoscritto un Protocollo di collaborazione che rafforza e amplia la cooperazione nel bacino del Mediterraneo in materia di trasporti, cambiamenti climatici e democrazia.

Il Co-presidente della Rete GEMM, Giovanni AVANTI (Presidente della Provincia Regionale di Palermo) ha preso la parola al momento della sottoscrizione dicendo che” la grande ambizione sarebbe quella di creare un’unica Rete Euro Mediterranea e concepire un maggiore ruolo delle autorità locali soprattutto laddove la democrazia non rappresenta un processo concluso e dia assodato”.

Avanti ha anche aggiunto che in qualità di rappresentante dell’Associazione TECLA, che quest’ultima continua a sostenere la Rete GEMM anche attraverso la partecipazione ad un altro progetto, “Local Agenda 21 in territorial planning in energy and waste management” finanziato dal Programma ENPI CBC Mediterraneo come ulteriore canale di sostenibilità.

Se da un lato gli Stati nazionali dell’Unione Europea non riescono ad affrontare in maniera unitaria le problematiche o crisi politiche in corso, un sistema di dialogo tra le autorità locali del bacino Mediterraneo assume ancora maggiore rilevanza, perché espressione di governance e democrazia direttamente vicina al popolo.

Anche il Vice Sindaco del Comune di Agadir, Mohamed El Halaissi, in qualità di Co-Presidente della Rete GEMM ha aggiunto che “con questo nuovo impegno si realizza un’importante convergenza di interessi comuni. E’ interesse di tutti rendere il bacino del Mediterraneo un porto di pace e prosperità”- “ La riva del Sud si attende molto dall’Europa soprattutto in termini di trasferimenti di “Good governance” e Savoir Faire”.

Carcassonne (Francia), 13 aprile 2011


(13-04-2011)
Giovanna Angiulli
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione