Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Cultura, Turismo e Sport
| Condividi:

CREDITO SPORTIVO: REGIONI PROVINCE E COMUNI AL SOTTOSEGRETARIO LETTA

“Le autonomie rappresentate nell’Istituto per il Credito”

No a modifiche del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto del Credito Sportivo. Lo ribadiscono in una lettera inviata al Sottosegretario alla Presidente dal Consiglio dei Ministri, Gianni Letta, i Presidenti della Conferenza delle Regioni, dell’Upi e dell’Anci, Vasco Errani, Giuseppe Castiglione e Osvaldo Napoli.
“Nel panorama delle banche italiane – scrivono i rappresentanti delle Autonomie territoriali -  l’Istituto per il Credito Sportivo rappresenta per le istituzioni locali un canale finanziario strategico ed operativo nella gestione di una molteplicità di servizi e nella realizzazione di iniziative ad ampio respiro nel settore dello sport e della cultura, a sostegno di progetti che rispondono a politiche di sviluppo sostenibile dell’indotto sportivo e culturale del territorio”. Uno strumento attraverso il quale, grazie alla costante collaborazione con il sistema delle Autonomie territoriali, è stata costruita una rete di rapporti capillari sul territorio, che costituiscono la base per la programmazione e la pianificazione di impianti sportivi ed infrastrutture per la cultura.
“Un recente intervento del Sottosegretario Casero in Commissione Finanze della Camera – scrivono i Presidenti a Letta - prefigura la soppressione del rappresentante designato dalla Conferenza Unificata nel consiglio di amministrazione dell’Istituto”. Una modifica   che, secondo Regioni, Upi e Anci, si tradurrebbe in “una interruzione grave del rapporto tra l’Istituto e le Autonomie territoriali. Infatti – scrivono - il venire meno della presenza di un rappresentante delle Autonomie nelle sedi e nei processi decisionali potrebbe determinare non solo una inadeguata concertazione per l’ottimale programmazione delle attività, ma altresì una distribuzione non equilibrata delle risorse”.
I Presidenti Errani, Castiglione e Napoli si rivolgono dunque al Sottosegretario Letta perché si adoperi “affinché venga confermata la presenza di un membro designato dalla Conferenza Unificata in seno al Consiglio di Amministrazione, presenza fondamentale per il prosieguo delle attività finora realizzate”.  


(09-06-2011)

Redazione
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione