Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Finanza e fiscalità locale
| Condividi:

Corte dei conti e partecipate: Saitta “In un anno costi cresciuti di 1 miliardo"

"Intervenire subito a  tagliare enti strumentali. Questa la vera spending review”

“L’allarme che rilancia oggi il Presidente della Corte dei Conti è serissimo: secondo le nostre analisi, i costi delle società e degli enti strumentali sono aumentate di oltre 1 miliardo dal 2012 al 2013.  Chiediamo da tempo che il Governo e il Parlamento intervengano con norme stringenti per bloccare il moltiplicarsi di queste strutture che, come sottolinea il Presidente Squitieri, sono le zone grigie del bilancio dello Stato perché non possono nemmeno essere controllate dalla magistratura contabile”.  Lo dichiara il Presidente dell’Upi, Antonio Saitta, commentando le dichiarazioni del Presidente della Corte dei Conti rispetto alle società partecipate degli enti locali.

Secondo quanto desumibile dalla Banca dati Siope del Ministero dell’economia, infatti, i costi di questi enti, di cui non si individua un numero certo, sono passati da 7,4 miliardi del 2012 a 8,4  miliardi del 2013. Nel dettaglio il costo degli Ato (che dovrebbero essere aboliti  dal 2010) nel 2013 è stato di oltre 126 milioni di euro; i Bacini imbriferi Montani sono costati 254 milioni di euro; il costo dei Consorzi è passato da oltre 459 milioni di euro a più di 583 milioni di euro.

“E’ evidente che analizzando le cifre si comprende come le società strumentali siano diventate in molti casi lo strumento degli enti per aggirare il blocco del patto di stabilità. Ma non è questa la soluzione: continuare a tenere in piedi strutture che impropriamente gestiscono funzioni tipiche delle istituzioni locali non fa che aumentare la zona grigia del bilancio pubblico incontrollato. E’ un tema che abbiamo proposto al Governo Monti e al Governo Letta, presentando puntuali dossier e proposte normative,  finalizzate al contenimento della spesa pubblica per liberare risorse a favore degli investimenti, un tema che ci è sempre stato a cuore. Fino ad oggi nessuno ha avuto la forza di intervenire: anche su questo crediamo debba  misurarsi il Governo Renzi, perché è qui che si può fare la vera spending review”.

Di seguito, riportiamo la tabella completa con tutte le voci presenti nella banca dati del Siope.

ENTE

COSTO 2012

COSTO 2013

ATO

202.998.705

126.047.516

BIM

227.866.995

254.551.127

COMUNITA' MONTANE

1.480.273.372

1.356.803.691

CONSORZI

459.785.622

583.873.955

Enti e agenzie regionali e territoriali

3.388.158.341

3.565.215.598

Aziende e Società comunali

1.370.886.162

2.128.274.974

Aziende e società provinciali

357.496.878

403.039.524

TOTALE

7.487.466.075

8.417.806.385

                                   (Fonte: elaborazione Upi su banca dati Siope bilanci 2013)


(06-03-2014)
Barbara Perluigi - Luisa Gottardi
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione