Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Scuola Formazione Lavoro
| Condividi:

“Scuola Smart”, Tagliolini ha illustrato ai dirigenti scolastici il Piano operativo della Provincia di Pesaro e Urbino per gli istituti superiori

foto Il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino: “Con l’efficientamento energetico abbatteremo i costi del 50% per reinvestire su progetti degli istituti collegati alla didattica”  

PESARO – Un percorso condiviso con le scuole, per individuare insieme le priorità sulle quali investire e per introdurre sistemi di efficientamento energetico (lampade led ecc) che consentiranno di abbattere il 50% dei costi e reinvestire all’interno degli stessi istituti per i loro progetti collegati alla didattica. E’ l’obiettivo del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini, che ha incontrato i dirigenti scolastici per presentare il Programma operativo della Provincia per le scuole superiori (“Provincia Smart”) e discutere varie questioni sul tappeto. Insieme a lui, i consiglieri provinciali Davide Dellonti (ingegnere, con delega all’edilizia scolastica ed efficientamento energetico) e Francesca Paolucci (che ha la delega alla sostenibilità ambientale), il direttore generale Marco Domenicucci, il dirigente del Servizio Affari generali e bilancio Adriano Gattoni e la responsabile dell’Ufficio pubblica istruzione Giovanna Frontini.

“Ho chiesto un confronto diretto – ha detto Tagliolini – per illustrare le linee guida su cui l’amministrazione intende muoversi. Oltre ad investimenti su progetti di efficientamento energetico ed adeguamento sismico degli istituti superiori, vogliamo avviare percorsi virtuosi, per liberare risorse e reinvestirle sempre nelle scuole. A metà gennaio potremo avere un ulteriore incontro, per partire con una programmazione condivisa”. Con l’ausilio di un video realizzato dall’Ufficio comunicazione (presenti Stefania Geminiani e Fernanda Marotti) il presidente ha fatto il punto su spese e investimenti dell’ente, passando poi alle varie progettualità.

 

INVESTIMENTI E PROGETTI - Per le scuole la Provincia spende 7 milioni e 661mila euro per riscaldamento, telefono, acqua, energia, manutenzione ordinaria e straordinaria, trasporti, affitti. Sono in corso lavori per 2 milioni e 892mila euro (energia e sismica al “Torelli” di Fano e sismica al “Morselli” di Pesaro), mentre altri 2 milioni e 319.600 euro sono gli investimenti per opere programmate agli istituti “Montefeltro” di Sassocorvaro (energia), “Genga” di Pesaro (energia), “Battisti” di Fano (energia e sismica), Campus scolastico di Pesaro (sicurezza), “Morselli” di Pesaro (sismica), “Baldi” di Urbino (sismica). Sono stati inoltre presentati progetti per ottenere un finanziamento legato all’otto per mille (un milione e 250mila euro per “Della Rovere” di Urbania e “Bramante” di Pesaro).

“Nel 2015 – ha aggiunto Tagliolini - spenderemo 500mila euro per lampade a led, prendendo come progettualità pilota l’Istituto “Donati” di Fossombrone e l’Itis “Mattei” di Urbino. L’idea è quella di condividere il più possibile le progettualità per un maggiore dialogo degli istituti con la Provincia e tra loro. Altro tema importante è la raccolta differenziata, che dovrebbe coinvolgere tutti i 15.440 studenti delle superiori che si recano quotidianamente a scuola”

 

PRIORITA’ – Nel corso dell’incontro sono state individuate delle priorità, seguendo i suggerimenti dei dirigenti scolastici, che hanno messo al primo posto interventi di manutenzione per eliminare le infiltrazioni d’acqua e l’umidità presenti in quasi tutti gli istituti, problemi accentuati in caso di forte maltempo, quando si registrano anche allagamenti. “E’ impensabile che piova all’interno delle scuole – ha detto Tagliolini -, su questo problema si focalizzerà la programmazione della Provincia”. Saranno oggetto di attenzione e programmazione europea da parte dell’ente anche le palestre, i laboratori e la fibra ottica. “I primi interventi di questa progettualità condivisa – ha sintetizzato Tagliolini - riguarderanno dunque le strutture ed il loro efficientamento, per poi passare al cablaggio degli istituti, mettendo a disposizione anche professionalità dell’ente”.

 

SETTIMANA CORTA – Riguardo al dibattito in corso sulla “settimana corta”, nella riunione che si terrà ai primi di febbraio, la Provincia delineerà la programmazione per l’anno scolastico 2015/2016.


(18-12-2014)
Ufficio stampa Provincia Pesaro Urbino
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione