Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Finanza e fiscalità locale
| Condividi:

La Provincia di Isernia approva lo schema di bilancio 2015

foto A breve il vaglio dell'Assemblea dei Sindaci

Buone nuove dalla Provincia di Isernia, il Presidente f.f. , Dr.Cristofaro Carrino, ha approvato lo schema di Bilancio entro il termine ultimo fissato dallo Stato (30/09/2015) che ora passa al vaglio dell’Assemblea dei Sindaci per il parere consultivo e al Consiglio Provinciale per la definitiva approvazione.

   “Sostanzialmente una Provincia con i conti in ordine- ha sottolineato il Presidente Carrino – a differenza di altri Enti, anche molto blasonati, che hanno subito pesanti sanzioni , per il mancato rispetto del patto di stabilità 2014 , ed ora si vedono tagliati i trasferimenti 2015. Tra le 16 Province non virtuose troviamo Milano, Torino, Bergamo, Catania che si vedono decurtare trasferimenti dell’ordine di alcuni milioni di euro (da 1,9 Bergamo a 3,68 Torino) ma la stessa vicina Chieti ha una sanzione di 682.760 €. La nostra provincia, che invece il patto lo ha rispettato, si vede attribuire maggiori risorse per i disabili e per il ripiano squilibrio di 175.740 €. Non era un risultato certo, ma grazie al lavoro di squadra dell’intera dirigenza e del Consiglio Provinciale siamo riusciti a raggiungere tale obiettivo. Tra i provvedimenti attuati: la rinegoziazione dei mutui (che ha portato un risparmio di circa 1 milione di euro), i prepensionamenti del personale,il recupero dei trasferimenti con il contenzioso con il Ministero Interni (15 milioni recuperati e azzeramento delle anticipazioni bancarie per pagare i debiti), la dismissione delle partecipate (ancora in itinere), la revoca di fitti passivi, alcuni pensionamenti non rimpiazzati, utilizzo di collaborazioni gratuite, taglio dei costi della politica (nel 2015 solo per indennità e missioni amministratori si sono azzerate oltre 700.000 €), operazioni di lungo respiro sulla filiera istituzionale che hanno creato le condizioni per un reimpiego del personale senza esuberi evitando trasferimenti alla Regione con una maggiore efficacia e funzionalità dei servizi erogati  ottimizzando le risorse umane e finanziarie (cessione di due piani alla Regione per riallocare il personale e sgravare 126.000 € di costi di fitti), l’alienazione di alcuni immobili di proprietà avviata con un piano dettagliato, la riduzione generalizzata di alcune spese correnti.

In sostanza – ha concluso Carrino – si chiude con questo Bilancio anche un anno di attività del nuovo Consiglio Provinciale che, seppure in fase di svuotamento di compiti e funzioni, ha approvato il nuoco Statuto, ha concluso con la Regione l’iter di approvazione della proposta di legge sulla ripartizione delle funzioni delegate, ha partecipato alla stesura della legge regionale sulla definizione degli ambiti ottimali, ha elaborato un piano di dimensionamento scolastico  (che ha visto respinte al TAR le eccezioni dei ricorrenti), ha con le Agenzie Sfide portato a termine le elaborazioni dei PIT sul tema delle risorse idriche e sulla raccolta differenziata, ha collaborato ad ottenere in sede ministeriale il riconoscimento dell’Area di crisi industriale, ha attivato le misure di sostegno al reddito per i lavoratori espulsi dalle aziende in crisi e avviato il Piano Garanzia Giovani attraverso i Centri per l’impiego, ha avviato iniziative tese al rilancio del Settore Tessile nella provincia di Isernia. Ancora molto c’è da fare e la fase delicata di nomina del nuovo Presidente non si ripercuoterà sugli equilibri nati dal voto del 12 ottobre 2014.

 Seppure ha navigato in acque travagliate, per gli effetti non ancora conclusi della legge Del Rio e per i tagli lineari praticati negli ultimi anni, la squadra che attualmente governa questo Ente di area vasta è pronta ad affrontare le sfide che il nuovo anno ci riserverà.

Un sentito ringraziamento va al Presidente Brasiello, per il lavoro collegiale svolto, per l’onere di aver sopportato anche il carico della gestione della Provincia e che forse ha pagato esageratamente per le vicende che hanno portato allo scioglimento del Comune da lui amministrato.

Un grazie va anche alla Dott.ssa. Petrollini, per essersi sacrificata per quasi un anno, rinunciando alle gioie della pensione, per continuare la sua preziosa opera di gestione della delicata fase finanziaria dell’Ente, con assoluta gratuità ma con la stessa assoluta dedizione e competenza.”

Il Presidente f.f. Dr. Cristofaro Carrino ha convocato il Consiglio provinciale per il giorno 8 ottobre 2015 alle ore 15.30 per discutere i seguenti punti:

-      Supplenza del Consigliere Sergio Sardelli con Lidia Iocca

-      Approvazione schema di Bilancio 2015

-      Approvazione piano faunistico venatorio

-      Ordine del giorno contro la soppressione della Prefettura  

-      Soppressione della partecipata Agenis

 


(30-09-2015)
Ufficio stampa Provincia Isernia
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione