Home | Chi siamo | Le province | Unioni regionali | Upi editoria | Multimedia | rss RSS 

UPI Live

Gallerie

Video
LE PROVINCE
cartina d'italia
Istituzioni e Riforme
| Condividi:

Il Presidente Spina: “Ecco lo straordinario 2015 della Provincia di Barletta - Andria - Trani”

foto Il bilancio del 2015 e gli obiettivi per il 2016

Un anno intenso, ricco di grandi opere e di risultati tangibili per il territorio, chiuso con  la ciliegina sulla torta della statizzazione dell’Istituto Tecnico Agrario di Andria, sancita nella giornata di ieri con la firma dell’accordo con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

E’ tempo di bilanci per la Provincia di Barletta - Andria - Trani, il cui Presidente, Francesco Spina, ha salutato questa mattina gli organi di stampa per porgere gli auguri di buon 2016.

 

«E’ stato un anno intenso e straordinario, in cui la classe dirigente di questo territorio ha continuato, nonostante le innumerevoli difficoltà, a produrre risultati concreti per il territorio - ha esordito il Presidente Spina -. Un anno chiuso con il botto della statizzazione dell’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I”, sancito ieri mattina a Roma con la firma dell’accordo con il Ministero che, oltre a salvaguardare il blasonato istituto andriese, trasferirà i docenti dalla Provincia allo Stato, consentendo un risparmio di circa 1 milione di euro per le casse provinciali».

 

Ma il 2015, come si diceva, è stato caratterizzato soprattutto per la lunga serie di grandi opere che hanno riguardato il patrimonio stradale e quello scolastico della Provincia.

«Dopo decenni di attesa, abbiamo finalmente avviato i lavori sulla Strada Provinciale Trani-Andria, ormai in procinto di concludersi - ha aggiunto il Presidente Spina -. Abbiamo firmato i disciplinari di finanziamento per i lavori sulla Sp2 “Andria-Canosa”, opera complessivamente da 58 milioni di euro, messo in sicurezza la Sp4 “Delle Murge”, ripristinato la funzionalità sulla Sp5 “Delle Saline” e realizzato lavori di risanamento ambientale (taglio erba, cespugli ed arbusti) sulle nostre strade. Dopo circa 50 anni abbiamo consegnato migliaia di arredi scolastici (banchi, sedie, lavagne e cattedre) nelle nostre scuole, abbiamo ottenuto un finanziamento di 3 milioni e 400mila euro dall’Istituto per il Credito Sportivo per la realizzazione di un campo polivalente  all’aperto all’Istituto “Cafiero” di Barletta e per la messa a norma di ben sedici istituti scolastici del territorio); grazie all’Accordo Quadro sottoscritto con l’Assessore regionale Giannini, abbiamo ottenuto un contributo di 5 milioni e 200mila euro dalla Regione per interventi di recupero e riqualificazione delle nostre scuole e per l’ammodernamento di attrezzature e dotazioni tecnologiche. Sono stati realizzati i lavori per la realizzazione del nuovo impianto sportivo all’Alberghiero di Margherita di Savoia (508mila euro) e per il  recupero e risanamento conservativo dell’Itc “Dell’Olio” di Bisceglie (230mila euro), mentre è stato approvato il progetto per lavori di recupero e risanamento ambientale dell’Istituto “Colasanto” di Andria (83mila euro). Nel nostro territorio, poi, è stata istituito il Cpia (Centro per l’istruzione degli adulti), con sede presso la Scuola “Salvemini” di Andria».

 

Risultati eccellenti anche in materia ambientale. «Abbiamo rimpinguato con altri 40mila euro il bando della precedente amministrazione per la concessione di contributi economici a privati che hanno voluto rimuovere l’amianto dai propri immobili ed adottato la campagna Puglia Eternit Free di Legambiente. Abbiamo intrapreso innumerevoli azioni a tutela e salvaguardia del nostro ambiente, come l’ordinanza per la messa in sicurezza della discarica di Trani ed il Protocollo d’Intesa con la Capitaneria di Porto di Barletta per la protezione ambientale da inquinamento marino. Con la percentuale bassissima dello 0,2%, la nostra Provincia si è classificata prima in Puglia e tra le primissime in Italia per il basso numero di reati ambientali».

 

E non è tutto: «Ci siamo distinti per una spending review con cui abbiamo tagliato i costi per il fitto delle sedi provinciali ed eliminato l’utilizzo dei telefoni di servizio per i rappresentanti istituzionali della Provincia. Siamo stati individuati dalla Prefettura quale esempio di buone pratiche per interventi di prevenzione della corruzione nelle amministrazioni regionali e locali del Mezzogiorno. E tutto questo tenendo sempre i conti in ordine, con un vero e proprio miracolo di managerialità pubblica per il quale ringrazio i nostri Dirigenti, e grazie agli sforzi di una classe politica, dal Presidente ad ogni singolo Consigliere, che opera ogni giorno con passione e dedizione senza percepire neanche un euro di indennità o di rimborso benzina per raggiungere la sede della Provincia».

 

Il Presidente Spina ha poi concluso: «secondo la recente classifica del Sole 24 Ore, siamo la prima Provincia in Puglia per qualità della vita. Di passi in avanti ne abbiamo fatti ma non ci culliamo e guardiamo al futuro con speranza e voglia di continuare a far crescere la nostra comunità. A tutti i concittadini della Provincia di Barletta - Andria - Trani giungano i più sinceri auguri per un 2016 sereno e ricco di soddisfazioni».


(07-01-2016)
Ufficio stampa Provincia Barletta Andria Trani
CERCA



UPI Social Network


Dowload Documentazione